Sclerosi multipla e occhio: 4 disturbi visivi

Non tutti sanno che i disturbi visivi spesso sono il primo sintomo di patologie più gravi, tra queste vi è anche la sclerosi multipla.

La Sclerosi Multipla è una malattia neurodegenerativa grave che colpisce il sistema nervoso centrale, è una malattia cronica difficile da diagnosticare; l’infiammazione provocata dalla Sclerosi Multipla annienta la mielina, una guaina protettiva che avvolge i nervi nel Sistema Nervoso Centrale provocando un malfunzionamento dei nervi.

Le comunicazioni tra cervello e il resto del corpo sono estremamente alterate a causa dell’infiammazione della mielina.

La Sclerosi Multipla è una malattia neurodegenerativa, non è né contagiosa né mortale; si tratta di una patologia autoimmune in quanto vi è una reazione anomala delle difese immunitarie che attaccano i componenti del sistema nervoso ritenendoli agenti estranei.

Ad oggi grazie alla ricerca e ai trattamenti di ultima generazione, le persone affette dalla Sclerosi Multipla sono in grado di vivere una vita qualitativamente buona con aspettative quasi normali.

Quali sono i sintomi principali della sclerosi multipla? 

La sintomatologia è estremamente soggettiva in quanto piò dipendere dalla localizzazione delle lesioni nel SNC.

In ogni caso i sintomi più diffusi sono:

  • Formicolio, intorpidimento, dolore, bruciore e prurito alle braccia, alle gambe, al tronco o al viso e talvolta una riduzione del senso del tatto;

  • Perdita della forza o della destrezza in una gamba o una mano che può irrigidirsi;

  • Disturbi della vista: la vista può essere ridotta oppure offuscata. Essenzialmente, le persone perdono la capacità di vedere quando fissano davanti a sé (visione centrale).

Chi soffre di sclerosi multipla può essere colpito da specifici disturbi visivi: 

 

  • Oftalmoplegia internucleare: le fibre nervose che coordinano il movimento orizzontale degli occhi (sguardo laterale) sono danneggiate. Un occhio non è in grado di ruotare internamente e questo provoca visione doppia quando si guarda verso il lato opposto dell’occhio colpito.
  • Neurite ottica (infiammazione del nervo ottico): Possibile perdita parziale della vista in un occhio, con dolore quando l’occhio viene mosso.

L’infiammazione del nervo ottico può essere un segno precoce. La vista tende a peggiorare nell’arco di pochi giorni.  Nello specifico chi viene colpito da neurite ottica, può presentare alcuni particolari sintomi come: offuscamento del campo visivo, colori che appaiono più scuri o sbiaditi, lampi di luce quando si muovono gli occhi, dolore, specialmente quando si muovono gli occhi.

  • Oscillopsia, legata alla presenza di nistagmo e diplopia, ossia la visione sdoppiata causata da un non perfetto allineamento dei bulbi oculari solitamente per una lesione a carico del sistema oculomotore.
  • Diplopia o sdoppiamento della visione o visione doppia: si manifesta quando i nervi che controllano i muscoli che consentono i movimenti degli occhi, sono infiammati o danneggiati.

 

 

Apri Chat
Scrivici ora!
Scan the code
Come possiamo aiutarti?