Occhi rossi: attenzione a questo sintomo

Gli occhi rossi potrebbero essere sintomo di allergia o di patologie non gravi, ma potrebbero anche essere un campanello d’allarme importante.

Gli occhi sono molto delicati e soggetti a fastidi che arrivano dall’esterno. Infatti, basta un po’ di aria più forte, un po’ di sabbia, della polvere e subito diventeranno rossi e creeranno parecchi fastidi. Gli agenti esterni possono essere causa, nella maggior parte dei casi, degli occhi rossi.

Vi sarà capitato più volte di guardarvi allo specchio e vedere i vostri occhi arrossati. Può avvenire a causa di diverse situazioni. Per un’eccessiva stanchezza, per la polvere, per motivi di allergia, soprattutto primaverile. Questo fenomeno accade perchè avviene una vasodilatazione nella parte bianca dell’occhio e come conseguenza si vedono i vasi e l’occhio tutto rosso.

Ma se nella maggior parte dei casi a causare questi episodi sono cose del tutto innocue, gli occhi arrossati possono anche essere un campanello d’allarme per una grave patologia. Quindi, è sempre meglio indagare a fondo. Ecco qui di seguito di cosa può trattarsi.

Occhi rossi: potrebbe essere glaucoma
La vasodilatazione oculare può essere sintomo di qualcosa di più grave di una semplice allergia o di un agente esterno che è entrato a dar fastidio. Si tratta del glaucoma. È una malattia cronica progressiva del nervo ottico, il rossore è causato dall’aumento della pressione. A lungo andare questa patologia porta alla perdita della vista.

Oltre agli occhi rossi, tuttavia, ci sono anche altri sintomi che accompagnano questa malattia. All’inizio si perde la visione laterale oppure quella superiore o inferiore. Si iniziano, perciò, a urtare gli oggetti inavvertitamente. A questo punto, con la perdita di alcuni settori della vista, è molto importante rivolgersi al medico in modo che possa indagare, capirne la causa e la gravità per poi intervenire con il trattamento più opportuno.

L’aggravarsi della patologia significa perdere la vista. All’inizio il trattamento è molto semplice, può comportare l’uso di un semplice collirio per tenere a bada la pressione. Poi, in base ai sintomi e al progredire della malattia, gli specialisti possono ritenere opportuno l’intervento chirurgico oppure l’intervento con il laser.

Fonte: inran.it

Apri Chat
Scrivici ora!
Scan the code
Come possiamo aiutarti?